Problemi dentali del coniglio

Per capire le malattie dentali del coniglio è indispensabile conoscere la struttura dei denti e il loro funzionamento. 

Sia gli incisivi che i molariformi sono a crescita continua. I movimenti della bocca durante la masticazione e i cristalli di silice contenuti nell’erba hanno un’azione abrasiva che permette il consumo dei denti.

Purtroppo i conigli da compagnia vengono spesso nutriti con alimenti non idonei, come semi, cereali preconfezionati, pane, fette biscottate, anziché con erba e fieno. Il coniglio in  questo modo si sazia più rapidamente e non deve masticare a lungo, consumando poco i denti. Inoltre semi e cereali sono carenti di calcio e causano un indebolimento del tessuto osseo che sostiene  il dente. Di conseguenza i molariformi si muovono nel loro alveolo e acquisiscono un’inclinazione anomala, perdendo il loro normale allineamento. Pertanto si viene a creare un problema di malocclusione.

Una volta instaurata la malocclusione i denti non consumano in modo adeguato le loro superfici (che non entrano bene a contatto) e possono formare punte  dolorose che lacerano i tessuti molli della bocca  (guance e lingua). A questo punto la malocclusione diventa sintomatica con scialorrea e difficoltà masticatoria.

La malocclusione, ereditaria o acquisita, rappresenta   un problema cronico che richiede trattamenti per tutta la vita. Una frequente complicazione della malocclusione è la comparsa di ascessi della testa, altra grave e comune patologia del coniglio da compagnia dovuta all’infezione della radice dei denti alterati.

 

La malocclusione può coinvolgere anche i denti incisivi

Quando i denti incisivi presentano un problema di malocclusione non riescono a consumarsi reciprocamente (ricordiamo che crescono in modo continuo senza smettere mai) e diventano sempre più lunghi, formando delle specie di zanne che possono ledere i tessuti circostanti.

Inizialmente i denti vengono accorciati utilizzando una fresa. I tronchesi non devono essere usati perché possono causare fratture dentali.

Il trattamento di scelta della malocclusione degli incisivi consiste nell’estrazione, in anestesia generale, di tutti gli incisivi per eliminare in modo permanente il problema.

Talvolta anche se il dente è stato completamente estratto rimane nel fondo dell’alveolo del tessuto germinativo e, a distanza di alcuni mesi, rispunta un incisivo; in tal caso occorre ripetere l’intervento di estrazione.

 

 

 

CONTATTACI
Se volete avere maggiori informazioni sui nostri servizi contattateci:

Nome: Cognome: Email: Telefono: Messaggio: